Culligan

0

Bottiglie di plastica consumate in Italia dal 1° Gennaio 2020

E-state idratati!

Durante i mesi più caldi è importante bere molta acqua, mangiare frutta fresca e mantenersi idratati. Ma non tutte le acque sono uguali. Ecco come sceglierle.

idratazione acqua estate

Quando le temperature salgono, l’organismo ha bisogno di reintegrare i liquidi che si perdono nella sudorazione, mangiando frutta e cibi freschi, ma il metodo più semplice e veloce è bere tanta acqua.
Il nostro corpo, infatti, ha costante bisogno di acqua per funzionare al meglio, soprattutto durante l’estate quando con le temperature diventano molto alte.

Il nostro organismo è composto per il 70% di acqua che costituisce pelle, muscoli, cervello e organi interni, trasporta sostanze nutritive, promuove la digestione, veicola le scorie fuori dall’organismo e permette la trasmissione degli stimoli cerebrali. Per questo reintegrare i sali minerali bevendo è importantissimo, soprattutto in presenza di afa o durante l’attività fisica.

Esistono tante bibite rinfrescanti che sicuramente ci piace bere in estate, ma spesso contengono zuccheri o altri elementi che sembrano dissetanti sul momento, ma successivamente aumentano la sensazione di dover bere. L’acqua rimane quindi l’elemento più utile nel momento in cui desideriamo rinfrescarci.

Bere più acqua in estate, soprattutto quando la traspirazione aumenta, aiuta anche a tenere sotto controllo la termoregolazione corporea, evitando fastidi come giramenti di testa causati dal calore eccessivo. Il consiglio è quello di bere circa due litri e mezzo al giorno, e fino a quattro se si pratica attività sportiva.

Acqua… di qualità!

Si evince facilmente che questo elemento naturale è fondamentale per la nostra vita, sia a livello quantitativo che a livello qualitativo. Infatti, anche la qualità dell’acqua è importante e non tutte sono uguali!

A volte si tende a preferire l’acqua in bottiglia perché considerata più “buona” e “sicura”, ma questa credenza è sbagliata e soprattutto anti-ecologica.

acqua di qualità a casa

L’acqua del rubinetto rappresenta un nutriente di qualità: il suo residuo fisso varia tra i 500 e i 1500 mg/litro, rappresentando a livello nutrizionale una buona fonte di minerali come calcio, magnesio e potassio.

Un’altra proprietà dell’acqua del rubinetto è il contenuto di calcio e magnesio: anche in questo caso erroneamente si crede che l’acqua ricca di calcio possa provocare calcoli renali o altre patologie ma, come conferma l’Istituto Superiore di Sanità, non vi è una diretta correlazione tra la concentrazione di calcio nell’acqua e l’insorgere di calcoli.

Le proprietà dell’acqua del rubinetto presentano per la salute un profilo nutrizionale che non ha nulla da invidiare alle acque in bottiglia, soprattutto se esse vengono filtrate tramite sistemi integrati nei rubinetti di casa. Grazie ai depuratori Culligan, l’acqua del rubinetto sarà sempre buona e controllata, e potrete decidere di berla come più vi piace: liscia, gassata, fresca o a temperatura ambiente, avrete sempre a portata di mano un prodotto buono e controllato che potrà essere il vostro migliore alleato durante la stagione estiva!

Vuoi scoprire le 7 verità sull’acqua… per non bersi un mare di fake news?

Torna su